Il forum è online dal 12/02/2005


Una sorta di bar virtuale, che riunisce persone di ogni eta', che discutono di qualunque argomento
Unisciti a noi in questa piccola Oasi del quotidiano. Opinioni, chiacchiere, attualità, test, quiz, sport, sesso, lettura, poesia, racconti, sport, cinema, tv, e molto altro ancora, fra persone di ogni età.
Entra, ti aspettiamo!!! L'iscrizione è gratuita
Questo è un forum fatto di persone che si confrontano su tutti i temi anche sul sesso, NON ci sono foto amatoriali, NON ci sono foto di sesso esplicito.
Grazie!!!



Clicca QUI e con un messaggio sarai dei nostri!!!

L'indirizzo mail del forum per dubbi: oasiforumffz@gmail.com


Facebook Twitter

Nuova Discussione
Rispondi
 
Facebook  

Scriviamo un romanzo

Ultimo Aggiornamento: 25/06/2017 21.05
Autore
Vota | Stampa | Notifica email    
18/05/2017 20.32
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 82.621
Registrato il: 12/02/2005
Sesso: Femminile
Admin
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora
ROMANZO DI UNO SLAM: ROLAND GARROS 2017TUTTO TENNIS FORUMromanzo15/06/2017 02.18 by Iceman.88
Concorso Sportivo 2017Ipercaforum112 pt.27/06/2017 00.11 by their
"Occasioni mancate", di Daniele OstoreroIl Forum di www.autocross...49 pt.26/06/2017 23.27 by luigi.1967
19/05/2017 02.20
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
ONLINE
Post: 9.007
Registrato il: 15/09/2016
Città: VENEZIA
Età: 31
Sesso: Maschile
Moderatore
Nottambulo dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che





19/05/2017 18.45
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 82.629
Registrato il: 12/02/2005
Sesso: Femminile
Admin
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo
19/05/2017 19.17
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 5.045
Registrato il: 19/07/2016
Sesso: Maschile
Moderatore
Rikipedia dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in
20/05/2017 02.14
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
ONLINE
Post: 9.032
Registrato il: 15/09/2016
Città: VENEZIA
Età: 31
Sesso: Maschile
Moderatore
Nottambulo dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una





20/05/2017 20.55
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 82.642
Registrato il: 12/02/2005
Sesso: Femminile
Admin
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura
20/05/2017 23.25
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
ONLINE
Post: 9.053
Registrato il: 15/09/2016
Città: VENEZIA
Età: 31
Sesso: Maschile
Moderatore
Nottambulo dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza





22/05/2017 18.04
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 82.669
Registrato il: 12/02/2005
Sesso: Femminile
Admin
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità
22/05/2017 18.16
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.225
Registrato il: 18/03/2011
Sesso: Femminile
L'uragano dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di
22/05/2017 19.09
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 82.679
Registrato il: 12/02/2005
Sesso: Femminile
Admin
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione
22/05/2017 23.14
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
ONLINE
Post: 9.111
Registrato il: 15/09/2016
Città: VENEZIA
Età: 31
Sesso: Maschile
Moderatore
Nottambulo dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione cercheremo





23/05/2017 18.01
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 82.708
Registrato il: 12/02/2005
Sesso: Femminile
Admin
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione cercheremo di
23/05/2017 18.24
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.390
Registrato il: 20/07/2016
Città: ACCIANO
Età: 57
Sesso: Femminile
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione cercheremo di raggiungere
24/05/2017 03.10
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
ONLINE
Post: 9.145
Registrato il: 15/09/2016
Città: VENEZIA
Età: 31
Sesso: Maschile
Moderatore
Nottambulo dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione cercheremo di raggiungere una





24/05/2017 11.36
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 5.141
Registrato il: 19/07/2016
Sesso: Maschile
Moderatore
Rikipedia dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione cercheremo di raggiungere una via
24/05/2017 12.01
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
ONLINE
Post: 9.157
Registrato il: 15/09/2016
Città: VENEZIA
Età: 31
Sesso: Maschile
Moderatore
Nottambulo dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione cercheremo di raggiungere una via per





24/05/2017 18.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.262
Registrato il: 18/03/2011
Sesso: Femminile
L'uragano dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione cercheremo di raggiungere una via per la
24/05/2017 19.23
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 82.733
Registrato il: 12/02/2005
Sesso: Femminile
Admin
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione cercheremo di raggiungere una via per la fuga.
25/05/2017 02.21
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
ONLINE
Post: 9.184
Registrato il: 15/09/2016
Città: VENEZIA
Età: 31
Sesso: Maschile
Moderatore
Nottambulo dell'Oasi
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione cercheremo di raggiungere una via per la fuga.
Fatto





26/05/2017 19.48
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 82.821
Registrato il: 12/02/2005
Sesso: Femminile
Admin
Il mio nome è Monga, se mi cerca Danil, depistatelo distraete i pomici, sono criminali.
Dopo, con chiavi di legno, apri la finestra, a destra vedrai l'uscita di vetro oscurato salta l'ostacolo corri verso la strada, chiama la mia fidanzata e dille di chiamare il mio avvocato.
Lui cercherà Dillan, poi andranno dal sindaco e poi faranno una riunione per decidere la soluzione per evadere dalla città.
Successivamente faremo un meeting con medici per studiare bene la tecnica per resistere alle punture di serpenti.
Nel caso dovessero scoprirci, attivate i radar degli indigeni, potremmo attuare un piano di fuga attraverso la porta segreta, poi scenderemo le scale, ci addentreremo nel tunnel, usciti dal tunnel ci troveremo davanti una baracca di legno.
Dentro troveremo uno scooter giallo, sperando che non ci scoprano continueremo la strada di pietre nere, alla fine troveremo il sentiero che ci porterà al Palazzo di Dillan.
Un gruppo di amici organizzerà una gita fingendo di divertirsi per depistare gli inseguitori.
Arriveremo a prendere una decisione per andare oltre la crisi del primo momento e riusciremo a superarla.
Sono le 7.40 è ora di mettere le scarpe per la nuova avventura.
Dobbiamo scalare le vette per arrivare alla nuova svolta.
La sua precedente scalata è stata una faticaccia ma alla fine con un po' di fortuna e caparbietà ha fatto in tempo a prendere tutte le precauzioni per arrivare sani al rifugio e riposare.
Dobbiamo fare le cose per vedere in che condizioni sono le ultime persone che hanno scalato la vetta.
Dopo valuteremo se è il caso di riprendere la strada per tornare a valle oppure pernottare in un albergo e aspettare domani per il viaggio.
Nella nostra avventura, tutti siamo consapevoli della fatica che si potrebbe incontrare nel cammino, però la missione è ancora lunga.
In questo racconto mi sono reso conto di aver dimenticato il mio vero amore per Erika ma mi duole dirlo ora che siamo in una avventura senza possibilità di distrazione cercheremo di raggiungere una via per la fuga.
Fatto questo,
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 00.25. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com