Testimoni di Geova Online Forum
printprint
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 » | Pagina successiva

Confronto con l'esegesi del millennio propria dei Trinitari

Ultimo Aggiornamento: 05/05/2017 10.11
Autore
Stampa | Notifica email    
04/04/2017 09.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Ciao a tutti, come prima discussione volevo approfondire un tema toccato nella sezione anonimi. Vi espongo brevemente il punto di vista della maggior parte dei cristiani che è diversa dalla vostra.
Senza ombra di dubbio la Bibbia promette un mondo paradisiaco, ma le evidenze scritturali dicono che questo non si realizzerà durante il millennio, ma dopo, quando finalmente ci saranno Cieli nuovi e Terra nuova (leggi Apocalisse 21). Non è possibile prescindere dalla sequenza narrativa che in maniera indiscutibile non può che denotare anche una sequenza cronologica di accadimento degli eventi. Questo in parole povere significa che la sequenza con cui avviene la narrazione del racconto è quella che anche quella che scandisce il verificarsi degli eventi dal punto di vista temporale. Durante il millennio ci saranno ancora le malattie, la morte, il peccato, le guerre, insomma tutto continua ad essere come oggi per il semplice motivo che stiamo vivendo oggi questo millennio che in quanto simbolo indica un periodo indefinito. Si perché il numero mille è l'ennesimo semitismo che denota un imprecisato numero di molti anni. Si parla di risurrezione nel millennio e questo è fuori discussione, ma lo stesso Aquila ha affermato che il verbo zao non indica una resurrezione fisica, ma piuttosto una rinascita in senso più ampio. Questa lettura appunto è quella corretta dato che, escludendo una resurrezione fisica, indica in primis una rinascita della Ekklesia di Cristo dopo la tremenda persecuzione ad opera di Nerone (la prima risurrezione di Ap. 20:4) e dopo il millennio la risurrezione di tutta l'umanità, nel senso che si raggiunge la famosa perfezione di cui parlano Barnabino ed Aquila. Ma questo avviene dopo il millennio e non durante. La grammatica di Ap. 20:5 è chiara e non ci possono essere fraintendimenti. Durante i mille anni i risuscitati (la Ekklesia che sopravvive alla persecuzione dei primi cristiani e tutti quelli che non adorano la bestia) governano con Cristo e questa di fatto è l’adempimento della profezia di Gesù quando promette agli apostoli di essere con loro fino alla fine del mondo (Mt 28:20). Dopo il millennio ci sarà la risurrezione fisica dei morti e il giorno del Giudizio. Finalmente arrivano quindi i Cieli nuovi e Terra nuova che simbolicamente vengono indicati come la nuova Gerusalemme e qui vi accederanno solo i giusti, mentre i malvagi ne resteranno fuori (Ap. 22:15). Solo dentro la Gerusalemme Celeste non ci saranno più le malattie, il peccato, la morte e ogni forma di ingiustizia. Seguendo la logica narrativa, che è imprescindibile da quella cronologia, questo accade solo dopo il millennio e non prima
CalciomercatoSenza Padroni Quindi Roma...112 pt.23/06/2017 15.48 by Julian Ross 80
Chiarimenti...105 pt.23/06/2017 14.57 by I-gua
Calciomercato 2017-18blog191262 pt.23/06/2017 15.49 by BrianzaBiancorossa
04/04/2017 10.19
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 22.130
Città: ANCONA
Età: 58
TdG
Re:
Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:

Ciao a tutti, come prima discussione volevo approfondire un tema toccato nella sezione anonimi. Vi espongo brevemente il punto di vista della maggior parte dei cristiani che è diversa dalla vostra.
Senza ombra di dubbio la Bibbia promette un mondo paradisiaco, ma le evidenze scritturali dicono che questo non si realizzerà durante il millennio, ma dopo, quando finalmente ci saranno Cieli nuovi e Terra nuova (leggi Apocalisse 21). Non è possibile prescindere dalla sequenza narrativa che in maniera indiscutibile non può che denotare anche una sequenza cronologica di accadimento degli eventi. Questo in parole povere significa che la sequenza con cui avviene la narrazione del racconto è quella che anche quella che scandisce il verificarsi degli eventi dal punto di vista temporale. Durante il millennio ci saranno ancora le malattie, la morte, il peccato, le guerre, insomma tutto continua ad essere come oggi per il semplice motivo che stiamo vivendo oggi questo millennio che in quanto simbolo indica un periodo indefinito. Si perché il numero mille è l'ennesimo semitismo che denota un imprecisato numero di molti anni. Si parla di risurrezione nel millennio e questo è fuori discussione, ma lo stesso Aquila ha affermato che il verbo zao non indica una resurrezione fisica, ma piuttosto una rinascita in senso più ampio. Questa lettura appunto è quella corretta dato che, escludendo una resurrezione fisica, indica in primis una rinascita della Ekklesia di Cristo dopo la tremenda persecuzione ad opera di Nerone (la prima risurrezione di Ap. 20:4) e dopo il millennio la risurrezione di tutta l'umanità, nel senso che si raggiunge la famosa perfezione di cui parlano Barnabino ed Aquila. Ma questo avviene dopo il millennio e non durante. La grammatica di Ap. 20:5 è chiara e non ci possono essere fraintendimenti. Durante i mille anni i risuscitati (la Ekklesia che sopravvive alla persecuzione dei primi cristiani e tutti quelli che non adorano la bestia) governano con Cristo e questa di fatto è l’adempimento della profezia di Gesù quando promette agli apostoli di essere con loro fino alla fine del mondo (Mt 28:20). Dopo il millennio ci sarà la risurrezione fisica dei morti e il giorno del Giudizio. Finalmente arrivano quindi i Cieli nuovi e Terra nuova che simbolicamente vengono indicati come la nuova Gerusalemme e qui vi accederanno solo i giusti, mentre i malvagi ne resteranno fuori (Ap. 22:15). Solo dentro la Gerusalemme Celeste non ci saranno più le malattie, il peccato, la morte e ogni forma di ingiustizia. Seguendo la logica narrativa, che è imprescindibile da quella cronologia, questo accade solo dopo il millennio e non prima



Aldo, perdonami, ma al mattino non posso risponderti perché ho terminato le mie ferie e sono al lavoro.


Aldo, tu non devi esporre quelle che sono le vedute di altre chiese cristiane (mettendo per giunta troppa carne al fuoco), ma focalizzare l' attenzione su un punto specifico e analizzare quello.

Altrimenti diventa un dialogo tra sordi, tu scrivi un post breve ma dove in realtà si toccano moltissimi punti e io, per contro, mi troverò gioco forza a scrivere, stasera, un lungo post per controbattere l' eccessiva "carne al fuoco" che hai messo e che non mi trova in nessuna maniera d' accordo.

Non è un buon modo di procedere, lasciatelo dire...

Comunque, ti risponderò stasera quando tornerò con un lungo post (se mi costringi....), in cui le tue tesi verranno pienamente confutate, ad una ad una.

Ti chiedo di pazientare...

Per cui, a presto...



[Modificato da Aquila-58 04/04/2017 10.43]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
04/04/2017 11.10
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 2.244
Età: 37
Ciao Aldo!

hai aperto questo 3D per un confronto...
un confronto tra "l'esegesi del millennio propria dei Trinitari" e quella propria dei TESTIMONI DI GEOVA.

se vuoi un confronto, allora ti devi confrontare con le dottrine dei tdG. Giusto?

Perché tu cerchi il confronto con le dottrine dei tdG, non il confronto con gli esegeti bibliste accademici...
o sbaglio?

Se questo è il caso, allora ti devi prima informare a proposito delle dottrine dei tdG.
Non puoi fare come l'altra volta, quando ti invitai a farlo e tu rifiutasti, dicendo che preferisci leggere le tesi degli esegeti biblisti accademici.

mi sembra normale, no?
chiaramente se ti interessa veramente un confronto...

beh, allora informati bene sulle motivazioni scritturali che sottendono le dottrine dei tdG prima di intavolare un discorso qui.

è facile, ed è a gratis!
vai sul sito

BIBLIOTECA ONLINE Watchtower
BIBLIOTECA ONLINE Watchtower

se non fai questo, un vero confronto non è possibile...
e significa che non sei veramente interessato ad un reale confronto
ma sei qui unicamente per fare propaganda
in maniera robotica, per ripetere a macchinetta ciò che ti hanno insegnato nella tua chiesa

[SM=g1871112]

I-gua


p.s. dimenticavo...
sarà anche il caso di NON IGNORARE LE EVIDENZE SCRITTURALI CHE TI SI FANNO NOTARE...
come è successo negli altri 3D precedenti...

tipo "i giusti erediteranno la Terra e vi risiederanno per sempre" citato in 6 o 7 versioni bibliche differenti...

se vuoi un confronto, devi essere anche pronto a rivedere le tue posizioni, in base alle scritture grazie alle quali ti si porta a ragionare!

---

altrimenti un """confronto""" di questo tipo non mi interessa
[SM=g1944981] [SM=g1944981]

[Modificato da I-gua 04/04/2017 11.15]
04/04/2017 11.25
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 2.244
Età: 37
Anzi... prima ancora ci spieghi perché?
... per conto mio dovresti, prima di tutto e prima di iniziare, rendere chiaro le tue motivazioni: perché vuoi un confronto tra l'esegesi del millennio propria alle dottrine tdG con quella della tua chiesa?

cosa ti ha portato a cercare questo confronto?
Cosa stai cercando confrontandoti con le dottrine dei tdG?

[SM=g1871112]

I-gua
04/04/2017 16.01
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 46.718
Moderatore
Caro Aldo,


Senza ombra di dubbio la Bibbia promette un mondo paradisiaco, ma le evidenze scritturali dicono che questo non si realizzerà durante il millennio, ma dopo, quando finalmente ci saranno Cieli nuovi e Terra nuova (leggi Apocalisse 21)



Infatti questo è propri quello in cui credono i testimoni di Geova, lo scopo del millennio è proprio quello di riportare l'umanità alla perfezione e la terra all'iniziale condizione paradisiaca!

Shalom [SM=g8920]
[Modificato da barnabino 04/04/2017 16.02]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
04/04/2017 16.21
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 2.244
Età: 37
"Cieli nuovi e Terra nuova"

questo può essere interpretato anche come metafora:
Cieli nuovi = nuovo governo
terra nuova = umanità rinnovata nel Cristo


o no?

[SM=g1944981]
04/04/2017 16.22
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 27.708
Moderatore
Re:
Aldo_evangelico, 04.04.2017 09:58:





Senza ombra di dubbio la Bibbia promette un mondo paradisiaco, ma le evidenze scritturali dicono che questo non si realizzerà durante il millennio, ma dopo, quando finalmente ci saranno Cieli nuovi e Terra nuova (leggi Apocalisse 21)




Caro Aldo

è gia un ottimo punto di partenza se anche te credi in una futura terra paradisiaca.

Dopo che Cristo avrà eliminato la malvagità nel gran giorno di Armagedon e poi inizieranno i mille anni, cosa farà secondo te in questo lungo periodo di mille anni e cosa farà il suo popolo?



Testimoni di Geova Online Forum
"Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione" - Edmund Burke
04/04/2017 16.39
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 2.244
Età: 37
Re: Re:
Seabiscuit, 04.04.2017 16:22:



Caro Aldo

è gia un ottimo punto di partenza se anche te credi in una futura terra paradisiaca.

Dopo che Cristo avrà eliminato la malvagità nel gran giorno di Armagedon e poi inizieranno i mille anni, cosa farà secondo te in questo lungo periodo di mille anni e cosa farà il suo popolo?



Cosa farà Cristo durante il millennio?

Durante la sua prima venuta Cristo ha già dimostrato -in piccolo- cosa può e cosa vuole fare... durante il millennio probabilmente farà ciò che ha fatto in piccolo, ma a scala globale?
04/04/2017 17.47
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 24.339
Città: MILANO
Età: 46
TdG
Re:
Aldo_evangelico, 04/04/2017 09:58:

Ciao a tutti, come prima discussione volevo approfondire un tema toccato nella sezione anonimi. Vi espongo brevemente il punto di vista della maggior parte dei cristiani che è diversa dalla vostra.
Senza ombra di dubbio la Bibbia promette un mondo paradisiaco, ma le evidenze scritturali dicono che questo non si realizzerà durante il millennio, ma dopo, quando finalmente ci saranno Cieli nuovi e Terra nuova (leggi Apocalisse 21). ... Seguendo la logica narrativa, che è imprescindibile da quella cronologia, questo accade solo dopo il millennio e non prima



Una domanda, ma di quale "maggior parte dei cristiani" parli?

Simon
04/04/2017 19.18
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 22.130
Città: ANCONA
Età: 58
TdG
Caro Aldo,

cercherò di essere il più conciso possibile per esporre la nostra posizione, come tu l' hai educatamente esposta e ti lodo per questo.

Non è obbligatorio controbattere punto per punto, in questa occasione ho dovuto farlo (seppure in maniera concisa) per esporre la nostra posizione, cosicchè possa essere chiara ai lettori.

Ma evitiamo che il 3D si trasformi in un' inutile contrapposizione fine a se stessa...non servirebbe a nessuno e verrebbe a noia.

Cerca di concentrarti su due o tre punti che non ti sono chiari e su quelli lavoriamo....


Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:


ma dopo, quando finalmente ci saranno Cieli nuovi e Terra nuova (leggi Apocalisse 21).




Apoc. 21:1-4 è una duplice visione (strettamente concatenata), contraddistinta sempre dall' espressione "kai eidon" ("E vidi", versetti 1 e 2).
Tuttavia in questa duplice visione abbiamo ancora a che fare con il Regno Messianico di Cristo e della Sposa, la Nuova Gerusalemme (Apoc. 21:2).
Grazie al suo dominio (che l' Apocalisse descrive simbolicamente come un "discendere dal cielo, da Dio"), la terra diverrà ciò che Dio si era proposto in principio, Gen. 1:28.


Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:


Non è possibile prescindere dalla sequenza narrativa ….. è quella che anche quella che scandisce il verificarsi degli eventi dal punto di vista temporale.




e qui cominciano i disaccordi Aldo, ma è normale che esistano.
Le cinque visioni:
Prima visione: Apocalisse 20:1-3
Seconda visione: Apocalisse 20:4-10
Terza visione: Apocalisse 20:11
Quarta visione: Apocalisse 20:12-15
Quinta e sesta visione, strettamente concatenate: Apocalisse 21:1-4,

non sono in ordine cronologico e non c' è alcun motivo per considerarle tali, se leggi attentamente.
Nel corso del 3D, cercherò di fartelo comprendere pienamente, per ora mi fermo qui...

Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:



il numero mille è l'ennesimo semitismo che denota un imprecisato numero di molti anni.




altro disaccordo Aldo.
Qui le nostre posizioni sono antitetiche.
Nell' Apocalisse, in Apoc. 20:3 abbiamo l' espressione ta chilia ete, letteralmente “i mille anni”! come nei versetti 5, 6 e 7.
Un conto è dire “mille anni” che può essere inteso anche in senso generico come semitismo, indicando un numero grande, enorme, un altro è dire specificatamente “i mille anni” che sta ad indicare un periodo specifico e non generico.

Si confronti Deut. 1:11, CEI : “Il Signore, Dio dei vostri padri, vi aumenterà mille volte di più e vi benedirà come vi ha promesso
e 2 Pt. 3:8: CEI “davanti al Signore un solo giorno è come mille anni e mille anni come un solo giorno “,
dove non vi è l’ articolo ta davanti a chilia ete.

Il regno Millenario va inteso quindi per noi in senso letterale

Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:


Si parla di risurrezione nel millennio e questo è fuori discussione, ma lo stesso Aquila ha affermato che il verbo zao non indica una resurrezione fisica, ma piuttosto una rinascita in senso più ampio.




anche qui non c' e accordo, caro Aldo.
Riguardo a coloro che saranno sacerdoti di Dio e del Cristo si specifica che la loro è la “anastasis he prote”, cioè a dire, alla lettera, “la risurrezione quella prima”, ma in Apocalisse 20:4-5 viene usato il verbo greco zao, che come giustamente ricordi, non significa "risorgere" ma "vivere".
Questo perchè sia i coeredi di Cristo che il "resto dei morti" devono essere elevati alla perfezione, chi nella vita immortale nei cieli e chi nella vita eterna nella nuova terra.
Ma non c' è alcun motivo per pensare che la prima risurrezione sia spirituale, perchè è un pò quello che pensavano gli apostati Imeneo e Fileto (2 Tim. 2:18).
La prima risurrezione è invece letterale perchè riguarda coloro che dovranno regnare con il Cristo nei cieli per il Millennio e avverrà durante la parousìa di Cristo (1 Corinti 15:23).

Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:


Questa lettura appunto è quella corretta dato che, escludendo una resurrezione fisica, indica in primis una rinascita della Ekklesia di Cristo dopo la tremenda persecuzione ad opera di Nerone (la prima risurrezione di Ap. 20:4)




è solo un' inferenza, il testo biblico non ci consente di sostenerla, a nostro parere.
Dobbiamo restare a ciò che è scritto e non andare oltre.

Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:


e dopo il millennio la risurrezione di tutta l'umanità, nel senso che si raggiunge la famosa perfezione di cui parlano Barnabino ed Aquila.




la risurrezione è una cosa, la perfezione è un' altra: la perfezione si raggiungerà non "dopo il Millennio" perchè nel testo greco non c' è scritto, ma "compiuti i mille anni" (letterale dal testo greco), cioè a dire ci vorranno tutti i Mille anni, uno sopra l' altro, per riportarci alla condizione in cui era Adamo prima di peccare!

Ma il giudizio dei morti avviene prima della fine del Millennio, perchè il Giudizio è affidato a Gesù (Atti 10:42) e quando Gesù consegnerà il Regno al Padre (avendo il suo Regno Messianico esaurito il suo compito, anche rispetto al Giudizio), avrà elevato l' umanità alla perfezione fino all' eliminazione dell' ultima nemica, la morte, per cui in Apoc. 20:14-15 ci troviamo esattamente nel punto descritto in 1 Corinti 15:26-28.

Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:


Ma questo avviene dopo il millennio e non durante. La grammatica di Ap. 20:5 è chiara e non ci possono essere fraintendimenti.




spiegato sopra. del resto tu stesso ammetti di non conoscere la grammatica greca...

Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:


Durante i mille anni i risuscitati …… l’adempimento della profezia di Gesù quando promette agli apostoli di essere con loro fino alla fine del mondo (Mt 28:20).




Non mi trovi d' accordo.
Gesù è con noi fino alla fine del "mondo", ma MatteO 28:20 non parla specificatamente del Regno.
Piuttosto lo fa Matteo 19:28, dove si parla dei troni e si accenna alla palingenesia, cioè alla rigenerazione, al rinnovamento, che in effetti fa il paio con Apoc. 21:1-4, il rinnovamento mediante il dominio messianico.

Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:


Dopo il millennio ci sarà la risurrezione fisica dei morti e il giorno del Giudizio. …(Ap. 22:15).




anche qui non mi trovi d' accordo, peraltro l' Apocalisse fa una netta distinzione tra la Sposa, cioè a dire la Nuova Gerusalemme, i coeredi celesti di Cristo e gli altri che non ne fanno parte, ma che vivranno sulla nuova terra:

"17 Lo Spirito e la sposa dicono: «Vieni!». E chi ascolta, ripeta: «Vieni!». Chi ha sete, venga; chi vuole, prenda gratuitamente l'acqua della vita. " (Apoc. 22:17 CEI)

Aldo_evangelico, 04/04/2017 09.58:


Seguendo la logica narrativa, che è imprescindibile da quella cronologia, questo accade solo dopo il millennio e non prima



Che nella Nuova Gerusalemme non ci siano le cose che hai elencato non ci piove, infatti coloro che sono stati comprati dagli uomini per essere nel Regno Messianico celeste sono "senza macchia" (Apoc. 14:5) e inoltre vivono nell' immortalità celeste, come Cristo (confronta 1 Corinti 15:52-54).
Ma Apoc. 21:4 parla della nuova terra, e non della Nuova Gerusalemme.

"Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e la morte non ci sarà più, né ci sarà più cordoglio né grido né dolore. Le cose precedenti sono passate”.

“la morte non ci sarà più”, ovvero un mondo in cui la morte un tempo esisteva ma poi smetterà di esistere.
La morte non è mai esistita in cielo, ma sulla terra ha una lunga storia.
Il nuovo cielo non è altri che il Regno Messianico per mezzo del quale Dio porterà sulla “nuova terra” rinnovata ciò che aveva stabilito in Gen. 1:28 e che non si è ancora mai realizzato nella sua pienezza.
Se qualcosa non c’ è più significa che prima c’ era, la morte in cielo non è mai esistita ma nella “vecchia” terra si, sin dal peccato adamico.
Quindi questo passo si riferisce specificatamente alla “nuova terra” paradisiaca, come Dio si era prefisso in Gen. 1:28!

Questa è la nostra posizione, ma non siamo in alcun modo dogmatici, perchè noi cristiani testimoni di Geova, grazie al cielo, non abbiamo dogmi, come non ne avevano i cristiani del I secolo.

Spero di non essere stato eccessivamente lungo, nel qual caso mi scuso con te e con tutti...

Aldo, ti ricordo che per quanto mi riguarda, potrò replicare ai tuoi eventuali post solo alla sera, dato che al mattino e al pomeriggio non mi è possibile farlo.

Saluti.
[Modificato da Aquila-58 04/04/2017 19.29]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
04/04/2017 20.34
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Bravo Aquila, sei stato coinciso e mi scuso se ho postato un sermone. Ok, era giusto che tu esponessi un po' tutto come ho fatto io, adesso direi proprio di concentrarci su uno due punti.
Partiamo dal verbo "zao". Non credo proprio che dal punto di vista esegetico sia corretto cambiargli il significato a secondo dell'applicazione che ne fai. Se il resto dei morti viene alla vita piena dopo il millennio, il primo gruppo raggiunge la perfezione sicuramente prima che inizi il millennio, ma il significato è lo stesso perché il verbo zao viene applicato ad entrambi i gruppi, pertanto per il primo gruppo non può significare una resurrezione fisica. Caro Aquila si tratta solo di coerenza testuale che dobbiamo rispettare, le regole valgono sempre e non si possono cambiare durante il corso del gioco.

Provo a rispondere agli altri. Vorrei ricordare che la venuta di Gesù sulla terra due millenni ha segnato la storia della salvezza. Quindi chiedo a tutti, il periodo che va dalla morte di Gesù fino alla fine del mondo ha un significato nell'economia della salvezza dell'umanità o no? Io direi proprio di si, Gesù ha creato la sua Ekklesia e perché lo ha fatto secondo voi? Secondo me questa è una forma di governo, non certo in senso polito dato che Dio è apolitico, ma in senso spirituale. Ecco quindi che Gesù governa assieme a quelli che voi chiamate coeredi di Cristo nel momento in cui andate di casa in casa a diffondere la Parola. Perché mi chiedo questo tempo in cui viviamo non può essere il millennio? Cosa vi fa penare che sia un tempo avvenire?
04/04/2017 20.45
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re: Re:
(SimonLeBon), 04/04/2017 17.47:



Una domanda, ma di quale "maggior parte dei cristiani" parli?

Simon


Dei cattolici e protestanti trinitari, più di un miliardo di credenti

04/04/2017 20.49
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re: Re:
Seabiscuit, 04/04/2017 16.22:



Caro Aldo

è gia un ottimo punto di partenza se anche te credi in una futura terra paradisiaca.

Dopo che Cristo avrà eliminato la malvagità nel gran giorno di Armagedon e poi inizieranno i mille anni, cosa farà secondo te in questo lungo periodo di mille anni e cosa farà il suo popolo?


Caro Sea, dove le Scritture dicono che nel giorno di Armagedon ci sarà la fine della malvagità?
Da quello che ho capito io questo accade solo dopo che il diavolo e tutti quelli che non sono scritti nel libro della vita vengono scagliati nel lago di fuoco e se leggi Ap. 20 questo accade dopo il millennio.
04/04/2017 21.02
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 46.718
Moderatore
Caro Aldo,


Provo a rispondere agli altri. Vorrei ricordare che la venuta di Gesù sulla terra due millenni ha segnato la storia della salvezza. Quindi chiedo a tutti, il periodo che va dalla morte di Gesù fino alla fine del mondo ha un significato nell'economia della salvezza dell'umanità o no?



Nessuno lo mette in dubbio, Aldo... non si capisce bene quale sia il tuo problema.


Io direi proprio di si, Gesù ha creato la sua Ekklesia e perché lo ha fatto secondo voi? Secondo me questa è una forma di governo, non certo in senso polito dato che Dio è apolitico, ma in senso spirituale



La congregazione non è il regno di Dio... esisteva già nel I secolo ma nelle Scritture il regno messianico è descritto come un avvenimento futuro, Gesù comincia a regnare solo alla parousia e non prima.


Ecco quindi che Gesù governa assieme a quelli che voi chiamate coeredi di Cristo nel momento in cui andate di casa in casa a diffondere la Parola



In parte è così, l'annuncio del Regno è una manifestazione del fatto che Gesù già regna nei cieli, cosa in cui crediamo.


Perché mi chiedo questo tempo in cui viviamo non può essere il millennio? Cosa vi fa penare che sia un tempo avvenire?



Perché il millennio, che è il regno di Cristo, segue la venuta di Cristo come escatologico figlio dell'uomo questo avverrà nella parte finale dei giorni, Gesù verrà come Figlio dell'Uomo per giudicare le nazioni e Satana sarà poi gettato nell'abisso mentre ora è chiaramente all'opera. Mi pare tutto semplice e molto lineare.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
04/04/2017 21.13
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 46.718
Moderatore
Caro Aldo,


Caro Sea, dove le Scritture dicono che nel giorno di Armagedon ci sarà la fine della malvagità?



Ad Armaghedon Gesù eliminerà i suoi nemici e i nemici del suo popolo, la Bestia Selvaggia, il Falso Profeta e Babilonia la grande e tutti quelli che hanno il loro marchio. Satana sarà chiuso nell'abisso per mille anni e non ci sarà più la sua influenza. Gesù regnerà con i 144.000 per riportare la terra alla perfezione. Non saremo perfetti ma a quel punto chi si ribella al regno di Dio avendolo conosciuto sarà giudicato immediatamente senza bisogno di attendere i mille anni.


Da quello che ho capito io questo accade solo dopo che il diavolo e tutti quelli che non sono scritti nel libro della vita vengono scagliati nel lago di fuoco e se leggi Ap. 20 questo accade dopo il millennio



Quello sarà l'atto finale, Satana alla fine dei 1000 anni sarà liberato dall'abisso ma prima di quel momento non avrà influenza sull'umanità del millennio!

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
04/04/2017 21.13
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 46.718
Moderatore
Ma te e ABC siete la stessa persona, vero? [SM=g27988]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
04/04/2017 21.51
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 22.130
Città: ANCONA
Età: 58
TdG
Re:
Caro Aldo,

Aldo_evangelico, 04/04/2017 20.34:


Partiamo dal verbo "zao". Non credo proprio che dal punto di vista esegetico sia corretto cambiargli il significato a secondo dell'applicazione che ne fai. Se il resto dei morti viene alla vita piena dopo il millennio,




non "dopo il Millennio" perchè - come ti ho già detto - il testo greco non lo dice:
Il testo greco dice alla lettera: "i restanti dei morti non vennero alla vita finchè furono compiuti i mille anni".
Al termine del Millennio saranno stati elevati alla perfezione.

Aldo_evangelico, 04/04/2017 20.34:


il primo gruppo raggiunge la perfezione sicuramente prima che inizi il millennio, ma il significato è lo stesso perché il verbo zao viene applicato ad entrambi i gruppi, pertanto per il primo gruppo non può significare una resurrezione fisica. Caro Aquila si tratta solo di coerenza testuale che dobbiamo rispettare, le regole valgono sempre e non si possono cambiare durante il corso del gioco.




Aldo, te l' ho già spiegato, ma perchè me lo fai ripetere?
Il verbo zao è applicato sia ai coeredi di Cristo che al resto dei morti, nel senso che entrambi devono essere elevati alla perfezione, chi nei cieli chi sulla terra, ma solo dei coeredi di Cristo si parla di anastasis, risurrezione e non siamo in alcun modo autorizzati a dire che la "prima risurrezione" sia da intendersi in senso spirituale, giacchè questa prima risurrezione avviene letteralmente proprio perchè costoro possano regnare per i mille anni.


Aldo_evangelico, 04/04/2017 20.34:


Provo a rispondere agli altri. Vorrei ricordare che la venuta di Gesù sulla terra due millenni ha segnato la storia della salvezza. Quindi chiedo a tutti, il periodo che va dalla morte di Gesù fino alla fine del mondo ha un significato nell'economia della salvezza dell'umanità o no? Io direi proprio di si, Gesù ha creato la sua Ekklesia e perché lo ha fatto secondo voi? Secondo me questa è una forma di governo, non certo in senso polito dato che Dio è apolitico, ma in senso spirituale. Ecco quindi che Gesù governa assieme a quelli che voi chiamate coeredi di Cristo nel momento in cui andate di casa in casa a diffondere la Parola. Perché mi chiedo questo tempo in cui viviamo non può essere il millennio? Cosa vi fa penare che sia un tempo avvenire?




Gesù certamente governa la sua ekklesìa, su questo non ci piove.
Ma il Regno dei cieli è un governo celeste avvenire, prova ne sia che sia le lettere paoline che l' Apocalisse ne parlando al futuro:

"se continuiamo a perseverare, insieme pure regneremo " (2 Tim. 2:12)

"Riceveremo un regno che non può essere scosso" (Ebrei 12:28)

"le hai fatte essere un regno e sacerdoti al nostro Dio, ed esse regneranno sulla terra”" (Apoc. 5:10)


Grazie per aver seguito la mia esortazione a concentrarti su un solo punto.



[Modificato da Aquila-58 04/04/2017 21.57]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
04/04/2017 22.22
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 24.339
Città: MILANO
Età: 46
TdG
Re:
Aldo_evangelico, 04/04/2017 20:45:


Dei cattolici e protestanti trinitari, più di un miliardo di credenti




Ti risulta che 7-800 milioni di credenti cattolici credano nel millenio?
A me non risulta. Quelli che conosco io non sanno neanche cos'è...


Simon
05/04/2017 06.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 13.474
TdG
Re:
Aldo_evangelico, 04/04/2017 20.34:


Vorrei ricordare che la venuta di Gesù sulla terra due millenni ha segnato la storia della salvezza.


Hai perfettamente ragione: Vangelo di Giovanni 3:16 “Poiché Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque esercita fede in lui non sia distrutto ma abbia vita eterna.


Quindi chiedo a tutti, il periodo che va dalla morte di Gesù fino alla fine del mondo ha un significato nell'economia della salvezza dell'umanità o no?


Certamente, alla domanda dei discepoli di indicargli quando sarebbe venuta la fine e il Regno, Gesù incluse nei vari avvenimenti anche la predicazione in tutto il mondo, ed è proprio per mezzo di questa opera che l'uomo, potrà fare la sua scelta se schierarsi per Cristo o no.
Matteo 24:14 E questa buona notizia del regno sarà predicata in tutta la terra abitata, in testimonianza a tutte le nazioni; e allora verrà la fine.





***************************************************
“Non aver timore, poiché io sono con te. Non guardare in giro,
poiché io sono il tuo Dio. Di sicuro ti fortificherò.
Sì, realmente ti aiuterò. Sì, davvero ti sorreggerò fermamente
con la mia destra di giustizia”.
(Isaia 41:10)

****************************************************


Testimoni di Geova Online Forum



05/04/2017 07.54
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 2.244
Età: 37
Re:
Aldo_evangelico, 04.04.2017 20:34:


Provo a rispondere agli altri. Vorrei ricordare che la venuta di Gesù sulla terra due millenni ha segnato la storia della salvezza. Quindi chiedo a tutti, il periodo che va dalla morte di Gesù fino alla fine del mondo ha un significato nell'economia della salvezza dell'umanità o no?




Cosa intendi (o si intende) per "economia della salvezza?

ti quoto una mia vecchia risposta, l'hai considerata?
Risponde ai tuoi quesiti?


Ciao Aldo, penso che non hai afferrato il senso...
il senso della nostra breve esistenza terrestre è quello di scoprire chi è YHWH, instaurare una amicizia con Lui e schierarsi dalla sua parte...
... al di fuori della singola esistenza umana, sul lungo termine, il senso di questa vita nel sistema satanico è di rendersi conto che l'alternativa proposta da Satana (ognuno fa di testa propria, è un dio lui stesso= è pura pazzia, un fallimento.

Il senso della vita sotto il Regno di Cristo è quello di provare, gustare, che cosa significa vivere in armonia con le Leggi e i Principi divini.

passati questi mille anni durante i quali saremo educati da Cristo senza influssi satanici, al singolo individuo la libera scelta di vedere se è d'accordo o meno ad accettare Geova come Sovrano Universale, e vivere secondo la Sua TEOCRAZIA.

Poi Satana sarà liberato per un breve momento, per tentare un'ultima volta gli esseri umani che si trovano sotto il governo di Cristo.
A quel punto, chi seguirà Satana sarà distrutto per sempre con lui, gli altri vivranno in eterno nel Regno Restaurato e riconsegnato a YHWH.

Quindi la vita è una prova, dalla nascita, alla morte, al periodo del Regno di Cristo.

Ogni singola scelta che facciamo, ci mette alla prova dal momento che conosciamo la volontà di Dio.

certe cose te le possono spiegare io, altri utenti di questo forum, il tipo che incontri al bar... ma per capirle e accettarle veramente è necessario chiedere in preghiera a Dio.

non c'è altro modo, e prima occorre togliersi dalla testa tutti i falsi insegnamenti religiosi che ci hanno inculcato.



[SM=g1871112]

I-gua
Pagina precedente | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 » | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 15.53. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com