Testimoni di Geova Online Forum
printprint
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 3 4 5 6 | Pagina successiva

Quanto vale il simbolo?

Ultimo Aggiornamento: 21/05/2017 18.48
Autore
Stampa | Notifica email    
16/05/2017 21.15
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 524
sangue
La mia domanda è questa: Quanto vale il simbolo?

Ovviamente non parlo della solita trasfusione di sangue non necessaria amministrata che potrebbe essere evitata ma di quella dove la vita è in gioco se non la ricevi.

La sacralità del sangue in quanto simbolo può avere la priorità sulla cosa simboleggiata (la vita)?

Sovente si prende l'esempio della bandiera che è sacra in quanto simbolo, tuttavia se si deve fare una scelta vale di più la bandiera oppure la nazione?


Cosa si potrebbe rispondere?
[Modificato da erevnitis 16/05/2017 21.16]
I doni dello spirito santo137 pt.24/05/2017 23.02 by 'Andros'
Saluti e futilità varieIpercaforum127 pt.25/05/2017 02.32 by possum jenkins
Gemma Favia (Uno Mattina Caffè)TELEGIORNALISTE FANS FORU...46 pt.24/05/2017 10.46 by emajoe
16/05/2017 21.17
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 46.193
Moderatore
La santità del sangue non riguarda solo un simbolo, sono implicati più fattori.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
16/05/2017 21.35
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 1.644
Città: PASIAN DI PRATO
Età: 70
Re: sangue
erevnitis, 16/05/2017 21.15:

La mia domanda è questa: Quanto vale il simbolo?

Ovviamente non parlo della solita trasfusione di sangue non necessaria amministrata che potrebbe essere evitata ma di quella dove la vita è in gioco se non la ricevi.

La sacralità del sangue in quanto simbolo può avere la priorità sulla cosa simboleggiata (la vita)?

Sovente si prende l'esempio della bandiera che è sacra in quanto simbolo, tuttavia se si deve fare una scelta vale di più la bandiera oppure la nazione?


Cosa si potrebbe rispondere?




La santità del sangue, "non è un simbolo"...

è un principio il cui valore è dato dall'uso per il quale Geova stesso ne ha stabilito un principale e importante valore: quello della vita.

La vita, è il bene più prezioso che si possa avere. Senza di essa, ricchezze, potenza, onori o fama, diventano nulli

Il sangue in se stesso, è solo un tessuto liquido che trasporta ossigeno, sostanze nutritive, difende l'organismo e altro.

fra tutti gli organi vitali, anche rispetto al cuore stesso, il sangue è quello che ha maggiore rilevanza indispensabile.

E' vero, ora si fa pure artificiale, ma questo non altera il principio del quale si sta parlando. Si parla del sangue creato da Dio.

Non essendo un simbolo, come qualcuno potrebbe pensare, il sangue (versato o dato a favore) vale come massimo ed estremo sacrificio che può essere fatto verso un altro uomo, verso Dio stesso.

Una trasfusione dona solo una parte del proprio sangue. non è "il massimo sacrificio" che esso stesso rappresenta mediante la vita stessa che sostiene.

per questo, il principio di farne un uso improprio o limitativo, ne sminuirebbe la sua stessa sacralità presso Dio, che lo ha riconosciuto come accettabile quale riscatto, patto di fedeltà.

In tal senso, il non considerarlo sacro, diverrebbe una mancanza verso i valori che Geova stesso gli ha attribuito e che mediante esso ci concede, con quello odi Gesù, la possibilità della vita tramite riscatto dei nostri morituri peccati.


poi, ognuno la può pensare come vuole.

monseppe2
[Modificato da monseppe2 16/05/2017 21.39]

------------------------------------------------
La verità è una sola. A ignorarla sono in molti. (monseppe)
Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto per paura del senso comune. (A. Manzoni)
16/05/2017 21.52
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 21.822
Città: ANCONA
Età: 58
TdG
Re:
barnabino, 16/05/2017 21.17:

La santità del sangue non riguarda solo un simbolo, sono implicati più fattori.

Shalom




esatto.
La proibizione di un uso profano del sangue va oltre il semplice simbolo......il capitolo 17 del Levitico lo rende piuttosto chiaro




[Modificato da Aquila-58 16/05/2017 21.53]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
16/05/2017 22.02
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 24.015
Città: MILANO
Età: 46
TdG
Re: sangue
erevnitis, 16/05/2017 21:15:

La mia domanda è questa: Quanto vale il simbolo?

Ovviamente non parlo della solita trasfusione di sangue non necessaria amministrata che potrebbe essere evitata ma di quella dove la vita è in gioco se non la ricevi.

La sacralità del sangue in quanto simbolo può avere la priorità sulla cosa simboleggiata (la vita)?

Sovente si prende l'esempio della bandiera che è sacra in quanto simbolo, tuttavia se si deve fare una scelta vale di più la bandiera oppure la nazione?


Cosa si potrebbe rispondere?



E' un argomento etico di grande importanza, perchè non è solo questione di simbolo ma di coscienza individuale.
Vale di piu' la legge dello stato, l'opinione di un giudice o la coscienza individuale di un paziente?
Domande difficili.

Simon
16/05/2017 23.01
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 9.412
Città: ACCIANO
Età: 83
TdG
Re: sangue
erevnitis, 5/16/2017 9:15 PM:

La mia domanda è questa: Quanto vale il simbolo?

Ovviamente non parlo della solita trasfusione di sangue non necessaria amministrata che potrebbe essere evitata ma di quella dove la vita è in gioco se non la ricevi.

La sacralità del sangue in quanto simbolo può avere la priorità sulla cosa simboleggiata (la vita)?

Sovente si prende l'esempio della bandiera che è sacra in quanto simbolo, tuttavia se si deve fare una scelta vale di più la bandiera oppure la nazione?


Cosa si potrebbe rispondere?



La nazione cambia con il politico di turno.

Ma la legge sul sangue fu detto a Noe . Puoi mangiare la bisteccone . Ma il sangue No!!!

C.E.I.:

Genesi 9:4-5

4 Soltanto non mangerete la carne con la sua vita, cioè il suo sangue

5 Del sangue vostro anzi, ossia della vostra vita, io domanderò conto; ne domanderò

conto ad ogni essere vivente e domanderò conto della vita dell'uomo all'uomo, a

di suo fratello.

Mangiare il sangue distrugge la vita ?!

[SM=g10765]

17/05/2017 13.21
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 524
Riconosco che l'ubbidienza a Geova ha priorità sulla vita.

Tuttavia nel caso del sangue, la cosa mi sembra diversa, il simbolo potrebbe avere per Geova priorità sulla cosa simboleggiata?

Nel caso di Saul commisero peccato in relazione alla sacralità del sangue, solo che non erano in pericolo di morte.

Mi chiedo Geova avrebbe agito diversamente se questi fossero stati sull'orlo della morte?

Geova avrebbe dato priorità alla vita e come conseguenza non attribuendo loro il peccato?

Questi avevano agito slealmente, ma la cosa fosse stata diversa se stessero per perdere la vita?
17/05/2017 13.42
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 46.193
Moderatore

Mi chiedo Geova avrebbe agito diversamente se questi fossero stati sull'orlo della morte?



Nelle Scritture la lealtà a Dio è sempre ritenuta superiore alla vita dell'individuo, ma anche nelle culture moderne non è diverso...



Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
17/05/2017 13.47
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 179
Città: AULLA
Età: 54
Re:
erevnitis, 17/05/2017 13.21:

Riconosco che l'ubbidienza a Geova ha priorità sulla vita.

Tuttavia nel caso del sangue, la cosa mi sembra diversa, il simbolo potrebbe avere per Geova priorità sulla cosa simboleggiata?

Nel caso di Saul commisero peccato in relazione alla sacralità del sangue, solo che non erano in pericolo di morte.

Mi chiedo Geova avrebbe agito diversamente se questi fossero stati sull'orlo della morte?

Geova avrebbe dato priorità alla vita e come conseguenza non attribuendo loro il peccato?

Questi avevano agito slealmente, ma la cosa fosse stata diversa se stessero per perdere la vita?



Scusa ma stai perdendo un punto importante: il sangue NON è un simbolo. Il fatto che "simboleggi" la vita, non significa che sia solo un simbolo. Il sangue è l'essenza stessa della vita, Geova fece scrivere che l'anima è nel sangue, pertanto esso è sacro a Geova il quale ci ha semplicemente chiesto di "astenerci dal sangue".
Qui comunque trovi molte risposte.

www.jw.org/it/testimoni-di-geova/domande-frequenti/testimoni-di-geova-perch%C3%A9-no-trasfusioni-di...
17/05/2017 15.26
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 524
Re:



Nelle Scritture la lealtà a Dio è sempre ritenuta superiore alla vita dell'individuo, ma anche nelle culture moderne non è diverso...




Vorresti dire che per Geova non importa che la sacralità del sangue sia gerarchicamente inferiore alla sacralità della vita?

Per Geova questa legge va considerata alla stessa stregua di tutte le leggi?

L'obbedienza prevale anche riguardo al sangue non tenendo conto del principio esposto sopra?
[Modificato da erevnitis 17/05/2017 15.45]
17/05/2017 15.55
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re: Re:
erevnitis, 17/05/2017 15.26:




Nelle Scritture la lealtà a Dio è sempre ritenuta superiore alla vita dell'individuo, ma anche nelle culture moderne non è diverso...




Vorresti dire che per Geova non importa che la sacralità del sangue sia gerarchicamente inferiore alla sacralità della vita?

Per Geova questa legge va considerata alla stessa stregua di tutte le leggi?

L'obbedienza prevale anche riguardo al sangue non tenendo conto del principio esposto sopra?



Esiste un principio biblico che tra due mali si sceglie quello minore.
Ci sono diversi casi dove per esempio il sabato non viene rispettato se si tratta di rispettare appunto la vita.
Tra morire per una mancata trasfusione e rifiutare la trasfusione sempre è implicato il rispetto della vita. Io credo che un cristiano non dovrebbe avere dubbi nel salvare la vita umana dato che sarebbe il male minore.
17/05/2017 15.56
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 46.193
Moderatore
Caro Erevnitis,


Vorresti dire che per Geova non importa che la sacralità del sangue sia gerarchicamente inferiore alla sacralità della vita?



Secondo le Scritture l'ubbidienza alle Leggi divine viene sempre prima della vita terrena, la prospettiva biblica guarda alla vita eterna non quella terrena, che è comunque è destinata a terminare entro pochi anni.


Per Geova questa legge va considerata alla stessa stregua di tutte le leggi? L'obbedienza prevale anche riguardo al sangue non tenendo conto del principio esposto sopra?



Non trovo deroghe in questo senso nelle Scritture, a quanto pare in Atti è stata riconfermata, eppure all'epoca non riguardasse un immediato pericolo di vita, ma si potrebbe dire la stessa cosa dell'idolatria.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
17/05/2017 16.25
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 9.412
Città: ACCIANO
Età: 83
TdG
Re: Re:
erevnitis, 5/17/2017 3:26 PM:




Nelle Scritture la lealtà a Dio è sempre ritenuta superiore alla vita dell'individuo, ma anche nelle culture moderne non è diverso...




Vorresti dire che per Geova non importa che la sacralità del sangue sia gerarchicamente inferiore alla sacralità della vita?

Per Geova questa legge va considerata alla stessa stregua di tutte le leggi?

L'obbedienza prevale anche riguardo al sangue non tenendo conto del principio esposto sopra?



Tu vedi il punto di vista Umano. Non il punto di vista vista di Dio . A VoLTE alcuni Atei

accusano Dio di esterminare Popoli interi che non ubbidivano al comando di Dio .

Senza l'appovrazione di Geova siamo Polvere Della Terra .

C.E.I.:

Genesi 3:19
Con il sudore del tuo volto mangerai il pane;
finché tornerai alla terra,

C.E.I.:

Ecclesiaste 3:18 Poi riguardo ai figli dell'uomo mi son detto: Dio vuol provarli e mostrare che essi di per sé sono come bestie.

19 Infatti la sorte degli uomini e quella delle bestie è la stessa; come muoiono queste muoiono quelli; c'è un solo soffio vitale per tutti. Non esiste superiorità dell'uomo rispetto alle bestie, perché tutto è vanità.
perché da essa sei stato tratto:
polvere tu sei e in polvere tornerai!».
17/05/2017 17.29
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 524
Re:


Secondo le Scritture l'ubbidienza alle Leggi divine viene sempre prima della vita terrena,




Quindi affermare che la scelta non è fra la lealtà a Dio e la preservazione della vita, ma fra lealtà a Dio rispettando la sacralità del sangue o lealta a Dio rispettando la sacralità della vita. Cosa prevale?

Questo concetto sarebbe un discorso umano e assolutamente non biblico?
[Modificato da erevnitis 17/05/2017 17.30]
17/05/2017 17.55
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 46.193
Moderatore
Cosa vuol dire sacralità della vita biblicamente? Salvare l'esistenza terrena o altro? Questo mi pare il punto di riflessione.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
17/05/2017 18.17
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 524
Re:
barnabino, 17/05/2017 17:55:

Cosa vuol dire sacralità della vita biblicamente? Salvare l'esistenza terrena o altro? Questo mi pare il punto di riflessione.

Shalom




Ambedue, la nostra vita attuale non dobbiamo fare di tutto per rispettarla, non è sacra?

Se non salviamo una vita che potremmo salvare non violiamo la santità della vita che Dio ci ha donato e della quale dobbiamo avere la massima cura?

Se non salvi una vita non è questo anche un disubbidire a Dio?




17/05/2017 18.21
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 9.412
Città: ACCIANO
Età: 83
TdG
Re: Re:
erevnitis, 5/17/2017 5:29 PM:



Secondo le Scritture l'ubbidienza alle Leggi divine viene sempre prima della vita terrena,




Quindi affermare che la scelta non è fra la lealtà a Dio e la preservazione della vita, ma fra lealtà a Dio rispettando la sacralità del sangue o lealta a Dio rispettando la sacralità della vita. Cosa prevale?

Questo concetto sarebbe un discorso umano e assolutamente non biblico?



Allora non capito Niente Le parole. Cristo ?


C.E.I.:

Giovanni 12:25

Chi ama la sua vita la perde e chi odia la sua vita in questo mondo la conserverà per la vita eterna.
[SM=g27991]
17/05/2017 18.25
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 524
Re: Re: Re:
dom@, 17/05/2017 18:21:



Allora non capito Niente Le parole. Cristo ?


C.E.I.:

Giovanni 12:25

Chi ama la sua vita la perde e chi odia la sua vita in questo mondo la conserverà per la vita eterna.
[SM=g27991]



Hai ragione Dom, anche questo è da valutare , in certe cicostanze la vita terrena puo avere anche un valore relativo.

La mia difficoltà sta nel considerare la prescrizione del sangue come tutte le altre prescrizioni, come se questo tessuto (importante in quanto simbolo) prevarrebbe sulla vita stessa.

Ma poi è anche vero che il principio superiore e l'ubbidienza a Dio.
Non riesco a sistematizzare le cose.


[Modificato da erevnitis 17/05/2017 18.35]
17/05/2017 18.37
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 46.193
Moderatore
Ovviamente la vita terrena è sacra, ma qui mi pare si parli di un conflitto tra ubbidienza assoluta a Dio o prolungare la propria vita. Un cristiano farà di tutto per salvare la propria esistenza terrena ma non la mette al si sopra della lealtà a Dio. Il principio del sangue non fa eccezione.

Shalom
[Modificato da barnabino 17/05/2017 18.38]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
17/05/2017 18.43
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 9.412
Città: ACCIANO
Età: 83
TdG
Re: Re: Re: Re:
erevnitis, 5/17/2017 6:25 PM:



Hai ragione Dom, anche questo è da valutare , in certe cicostanze la vita terrena puo avere anche un valore relativo.

La mia difficoltà sta nel considerare la prescrizione del sangue come tutte le altre prescrizioni, come se questo tessuto (importante in quanto simbolo) prevarrebbe sulla vita stessa.

Ma poi è anche vero che il principio superiore e l'ubbidienza a Dio.
Non riesco a sistematizzare le cose.






Lai letta la Mia storia? Qui nel forum ? Queste cose L'ho meditate molte VoLTE .

[SM=g10765]



Pagina precedente | 1 2 3 4 5 6 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 03.08. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com