Testimoni di Geova Online Forum
printprint
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 | Pagina successiva

Filippesi 1:21-24;

Ultimo Aggiornamento: 05/05/2017 13.21
Autore
Stampa | Notifica email    
21/06/2013 23.39
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 47.245
Moderatore
Caro Kalillo,


Quindi il passo permettendo più modi di tradurre lascia al traduttore la libertà di decidere il senso del ragionamento dell’apostolo, giusto?



Il problema è quello che abbiamo spesso discusso con altri utenti, cioè quello del contesto antropologico. Io come regola generale direi che se Paolo avesse scelto di utilizzare una concezione antropologica di fatto differente da quella tradizionalmente da lui accettata non avrebbe scelto (o avrebbe evitato) una forma ambigua, e questo proprio nell'intento di evitare ogni ambiguità, perché il lettore comune avrebbe comunque letto il passo in base al concetto tradizionale.


E di conseguenza chi crede in un corpo/anima traduce in modo che la scelta rimanga su vivere o morire. Ma morire, non per attendere la risurrezione alla Parousia di Cristo ma di essere con lui subito, sottintendendo un’anima immortale



Beh, anche ammettendo che Paolo pensasse di andare immediatamente con Cristo, l'idea di "anima immortale" rimane sempre un'inferenza dottrinale, visto che qui Paolo non accenna minimamente alla sopravvivenza della sua psychè, anzi, in Filippesi egli usa psyche sempre nel senso biblico di "persona" o "vita" (1,27; 2,19; 2,30). Troverei strano che Paolo, in pochi versetti, passasse da una concezione antropologica all'altra con tanta nonchalance.


Capite perché per me è importante la parola “ma”? A mio avviso è essenziale per capire realmente il senso del versetto e per dimostrare la correttezza della nostra esegesi dei versetti presi in esame.



Si, hai ragione, ma la grammatica comunque permette i due significati, quello indicante un contrasto oppure una specificazione, il problema per i traduttori è il senso da dare a quel sostantivo analỳsai ("liberazione") che può essere inteso tanto come la morte immediata che come la liberazione escatologica (dell'apostolo o di Cristo). Certo la ND con quel "partire da questa tenda" a me pare poco corretta, inutile dire che ritengo la ND una pessima traduzione.

Shalom
[Modificato da barnabino 21/06/2013 23.48]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
Cervelli diversamente abili Oasi Forum167 pt.27/07/2017 09.20 by riccardo60
Cosa può fare un cristiano che non riesce a trovare un coniuge adatto?69 pt.27/07/2017 13.56 by StanleyClarke
Concorso Sportivo Annuale 2017Ipercaforum43 pt.27/07/2017 11.23 by possum jenkins
DIZIONARI BIBLICI E DOTTRINE38 pt.27/07/2017 07.32 by (SimonLeBon)
Mercato estivo 2017-2018Lazio Few 33 pt.27/07/2017 14.26 by boks xv
Forum: accessi, classifiche, magheggi e altri racconti.AWARD & OSCAR FFZ...t...31 pt.26/07/2017 17.04 by ilpoeta59
Pagina precedente | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 14.45. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com